Viaggio tra le copertine dei miei vecchi LP

10 ottobre 2013

Quanto mi mancano le copertine grandi dei vecchi dischi in vinile! Oggi siamo abituati alle striminzite e minuscole paginette dei CD dove molte volte serve la lente a corredo per leggere le poche note di copertina delle opere; perché, diciamola tutta, una grande copertina aiutava a immergerci nella suggestione della musica e prepararci al suo ascolto.
Solo il confronto con le dimensioni esterne è impietoso: si è passati dai 30×30 cm dei vinili ai 12×12 dei Compact Disc, ovvero meno di un quarto di superficie a disposizione per corredare al meglio il disco.
Le copertine venivano firmate da veri e propri geni della grafica e formavano parte integrante con il disco diventando anche loro una parte necessaria.

L’idea dell’articolo mi è venuta leggendo una nota rivista musicale, che proponeva 10 copertine da collezione; ho ben presto scoperto che la maggior parte di esse erano in mio possesso (avendo i dischi) o che, imprestati i dischi dagli amici, sono transitate per casa.

Ovviamente ce ne sono di bellissime che per motivi editoriali sono state tralasciate ma che per me sono motivo di interesse artistico e musicale; non faccio graduatorie anche perché sarei influenzato dalla musica degli artisti, ma le presento così in ordine di apparizione.

In The Court Of The Crimson King 1969 – In The Court Of The Crimson King (King Crimson) firmata dallo sfortunato Barry Godber che dopo soli 4 mesi dall’uscita dell’album morì nel febbraio 1970.
Atom Heart Mother 1970 – Atom Heart Mother (Pink Floyd) firmata dal fotografo Storm Thorgerson www.stormthorgerson.com della Hipnosis che si fece carico di molte copertine dei Pink Floyd.
Gentle Giant 1970 – Gentle Giant (Gentle Giant) dell’illustratore George Underwood www.georgeunderwood.com.
Aqualung 1971 – Aqualung (Jethro Tull) disegnata da Burton Silverman www.burtonsilverman.com in cui compare il leader Ian Anderson vestito da barbone.
Fragile 1971 – Fragile (Yes) un lavoro del grafico Roger Dean www.rogerdean.com autore di molte copertine per gli stessi Yes, Asia, Uriah Heep, Rick Wakeman tanto per citarne solo alcuni: una vera leggenda!
Gemini Suite 1971 – Gemini Suite (Jon Lord, organista dei Deep Purple) firmata da Jim Willis.
Nursery Cryme 1971 – Nursery Cryme (Genesis) autore della copertina Paul Whitehead www.paulwhitehead.com.
Tarkus 1971 – Tarkus (Emerson, Lake & Palmer) firmata da William Neal www.williamneal.co.uk.
The Grand Wazoo
1972 – The Grand Wazoo (Frank Zappa And The Mothers) del creativo Cal Schenkel www.ralf.com.
Thick As A Brick 1972 – Thick As A Brick (Jethro Tull) si presenta come un giornale di 12 pagine.
The Dark Side Of The Moone-Moon 1973 – The Dark Side Of The Moon (Pink Floyd) illustrato da George Hardie della Hipnosis.
Tubular Bells 1973 – Tubular Bells (Mike Oldfield) con la copertina fotografata da Trevor Key www.briancooke.com che ha realizzato copertine per: Mike Oldfield, Tangerine Dream e The Sex Pistols.
Physical Graffiti 1975 – Physical Graffiti (Led Zeppelin) firmata dal pool: Maurice Tate, Mike Doud, Peter Corriston e Dave Heffernan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *