Rumors darebbero il prossimo iPhone con schermo curvo

Utenti geek insoddisfatti, bufala, notizia vera o che altro si cela dietro un articolo dell’agenzia Bloomberg secondo cui a Cupertino si starebbe già lavorando ai prossimi iPhone? Tralasciando la bufala ed il forte carattere innovatore di Apple credo che gli ultimi iPhone 5S e 5C siano stati sdoganati come appena sufficienti dai fans della Mela Morsicata che forse si aspettavano qualcosa di più del sensore biometrico, il chip a 64bit e il rilascio di iOS7.

I giornalisti Tim Culpan e Adam Satariano citano che le “solite fonti ben informate” annunciano che i prossimi iPhone avranno un innovativo schermo curvo (verso il basso ai bordi) da 4.7 e 5.5 pollici e un sistema di nuovi sensori tattili che percepirebbero non solo la digitazione delle dita, ma anche la pressione esercitata sullo schermo.
A ben vedere Samsung con il suo Galaxy Round ed LG con il G Flex sembrano già orientate verso una soluzione curva del display dei loro device: magari Apple da azienda innovativa si sta pian piano trasformando in azienda che aspetta le idee migliori dei suoi competitor.
Solo i sensori a pressione non mi risultano, ma qui potrei anche sbagliare, presenti su nessuno smartphone in commercio o annunciato; credo anche che l’implemantazione di una simile tecnologia sia alla portata di molti.
Probabile che si debba anche passare per un ulteriore step di sistema operativo per dotare di questo tipo di logica i futuri sistemi mobile.

Altra considerazione che mi viene da fare è che anche Apple si stia pian piano adeguando ad un mercato che richiede dai dispositivi mobili schermi sempre più grandi per usufruire meglio delle applicazioni e dei contenuti web; infatti le statistiche dicono che il web è sempre più sfogliato da dispositivi mobili piuttosto che da postazioni fisse.
La conferma arriva da una ricerca di Canalys relativa al terzo trimestre del 2013; sono stati venduti oltre 250 milioni di apparecchi di cui il 22% (poco meno di un quarto) con schermo di grandi dimensioni.

Le “solite fonti ben informate” danno per maturi i nuovi smartphone di Cupertino solo nel terzo trimestre del prossimo anno; ovviamente l’azienda californiana, come nel suo stile, non ha commentato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *