European Robotics Forum 2014 a Rovereto

Da mercoledì 12 a venerdì 14 marzo 2014 Rovereto sarà il centro della quinta edizione dell’European Robotics Forum e, proprio per non farsi mancare nulla, avrà come sede di prestigio il MART, il museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.
Dimentichiamoci subito il classico stereotipo di robot di forma umanoide, si parlerà di progetti ispirati alle piante, robot chirurghi, macchine con quattro arti capaci di correre, saltare e superare gli ostacoli, e altro ancora.
L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) farà da padrone di casa presentando Plantoid, un robot che si ispira ad una pianta che con i suoi sensori simula delle radici come capacità penetrativa, esplorativa e adattativa.

Per la prima volta verrà presentato HyQ: un robot di circa 75 chili lungo un metro circa con quattro arti pensato appositamente per aiutare le persone in situazioni critiche; ha capacità motorie come la possibilità di camminare e correre fino a 2 metri al secondo (7.2 Km/h), saltare e sollevarsi evitando di inciampare.
Prima volta anche per CoMan (COmpliant huMANoid), un umanoide dotato di movimento fluido degli arti, del tutto simile a quello umano, dove le braccia e le gambe non presentano rigidità e il robot si mantiene in perfetto equilibrio anche quando viene urtato; grazie alla sua meccanica non rigida è pensato per aiutare l’uomo in modo sicuro.
Micro-Ralp è il progetto di microchirurgia robotica pensato per le tele operazioni con il laser; alla base troviamo caratteristiche innovative che puntano a migliorare le aree di accessibilità e utilizzo, precisione e sicurezza, con una bassissima invasività.
Ci saranno anche le mani robot di Autorecon, capaci di auto configurarsi a seconda del prodotto da manipolare, Soft Hand la mano-robot declinata alla morbidezza di movimento della stessa mano umana, Wristbot un esoscheletro studiato per la riabilitazione delle funzionalità del polso umano; sempre nel campo della riabilitazione viene presentato Arbot per il recupero motorio della caviglia.
Insomma mi pare che molta attenzione sia rivolta allo studio e alla produzione di attuatori innovativi Natural Motion™ che garantiscono dei movimenti fluidi e naturali, simili a quelli umani; QB Robotics, presente all’evento, ha nel suo DNA proprio lo sviluppo dei Natural Motion™.
Il meeting sarà ospitato alla sede del MART, in Corso Bettini 43, e nelle sedi dell’Auditorium Fausto Melotti e Palazzo Piomarta (Università) o Palazzo della Pubblica Istruzione, opera dell’architetto Francesco Giongo del 1772.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *