Amplidock: marketing geniale a basso costo

Può un banale foglio di cartoncino in formato A4 diventare un amplificatore?
Si se opportunamente sagomato e piegato; è come fare il classico aereo di carta o la banale barchetta seguendo delle logiche di piegatura e di inserzione.
AmpliDock non è un origami: è un amplificatore per smartphone realizzato a partire da un normale foglio di cartoncino.
L’idea è frutto dell’inventiva di Michele Zanoni, un nostrano architetto e designer con la passione per la trasmissione acustica.
E proprio sulla base di un sistema di trasmissione sonora, la classica tromba per altoparlanti, che si sviluppa il progetto di Amplidock; va detto subito che per funzionare al meglio è necessario che i dispositivi che vengono alloggiati sull’Amplidock abbiano gli altoparlanti collocati in basso nello chassis, come iPhone 3, 3S, 4, 4S, 5, 5C, 5S, iPod touch 4, 5 – Samsung S4, per permettere al sistema trasduttivo di funzionare.
Proviamo a fare 1+1:

  • viene usato un normale foglio di carta per sagomare AmpliDock;
  • il classico foglio di carta è il veicolo di marketing ideale perché può essere personalizzato nei colori e nel logo per veicolare messaggi pubblicitari;

ovvero AmpliDock si presta particolarmente a diventare gadget a basso costo di promozione pubblicitaria.

Acusticamente AmpliDock riesce ad amplificare il suono emesso dagli altoparlanti dello smartphone fino a 20 dB regalando un po’ di potenza in più agli striminziti trasduttori presenti nelle periferiche portatili.
Zanoni spiega che: «L’idea era creare un amplificatore super-economico, totalmente naturale e riciclabile per un utilizzo in mobilità, ma che avesse anche delle potenzialità innovative per quanto riguarda la comunicazione».
È logico pensare che un gadget di questo tipo possa essere un buon biglietto da visita in occasione di EXPO 2015 e non a caso Il progetto è stato selezionato da Tavoli Tematici Expo 2015.

Infine un altro paio di spunti legati all’idea di Michele Zanoni:

  • Pause Speaker Card” da un’idea dell’agenzia pubblicitaria svedese Åkestam Holst, in collaborazione con un negozio di Hi-Fi Pausa Ljud & Bild che hanno inventando il biglietto da visita che si trasforma in un piccolo altoparlante low-tech.

Pause business card

  • Un magazine brasiliano, il Capricho Magazine, ideò un metodo per arrotolare la propria rivista per trasformarla in altoparlante low-cost su cui infilarci un iPhone o un iPod touch

 


  1. buongiorno siccome sono interessata all’acquisto del Amplidock Expo volevo sapere il costo e dove lo posso trovare all’interno di Expo. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *