A Roma il primo Facebook Hackathon in Italia

Tutto in una notte, così Roma accoglie tra la notte di Venerdì 25 e Sabato 26 Ottobre, all’evento dell’“{hack}night”, il popolo di programmatori e “smanettoni” (i veri hacker) e startup che si troveranno a misurarsi sul campo delle applicazioni per il social network più famoso.
L’organizzazione è affidata a eZecute e averrà entro gli spazi LUISS ENLABS della Stazione Termini di Roma in via Giolitti 32 (al 2° piano).

Per partecipare all’“{hack}night” è necessario iscriversi e a seconda che ci si presenti come “coder” o come “startup” si potranno vincere premi differenti; a tutti i partecipanti singoli lo sponsor Uber (ricerca di un autista) regalerà un voucher del valore di 40 euro complessivo per due corse in NCC, mentre per i gruppi Facebook stessa regalerà un coupon di 100 euro a startup per realizzare delle campagne di advertisement sulla piattaforma del social network.
I primi 3 “coder” riceveranno un premio in hardware, mentre le prime 3 “startup” riceveranno premi a scalare in buoni Facebook Advertisement da usare nelle campagne di marketing.

Alle 21:30 tutti i partecipanti vivranno il momento di Team Forming con un team di esperti Facebook di Londra e Dublino che ispireranno i partecipanti a soluzioni innovative realizzate con gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma Social.
Ma è alle 22:00 che avrà inizio la vera e propria Hacknight che durerà tutta la notte in cui i partecipanti proveranno a cimentarsi fianco a fianco per sviluppare le idee per le applicazioni da realizzare; in questo caso l’“{hack}night” diventerà un vero e proprio “acceleratore” di coder startupper.

Sul sito si legge che è consigliabile portare con se il proprio computer portatile, ciabatta, adattatore, cavo di rete (anche se la Wi-Fi è garantita) e anche sapone, spazzolino, dentifricio e tutto il necessario per l’igiene personale. Inoltre se si intende riposare sacco a pelo, coperta e cuscino e vestiti comodi.

Luca Colombo, Country Manager Facebook Italia e membro della giuria, spiega la portata dell’evento: “Portare l’hacknight in Italia è per noi un’iniziativa importante che ci permette di supportare startup e giovani talenti italiani nel costruire, far crescere e promuovere il proprio business, accelerando l’evoluzione digitale nel nostro Paese”; poi aggiunge anche: “Il nostro obiettivo è permettere a tutti coloro che desiderano crescere ed essere competitivi di far leva sulla piattaforma Facebook per raggiungere i propri obiettivi e superare le sfide di un mercato altamente dinamico e in continua evoluzione. La possibilità di vedere realizzati i progetti che si distingueranno  nel corso di questa maratona tecnologica consentirà infine di introdurre app e servizi nuovi in grado di alimentare ulteriormente la distribuzione di esperienze sempre più coinvolgenti e ad alto valore aggiunto”.

Infine una curiosità: nel 2009 fu proprio un’idea scaturita ad un evento Facebook Hackaton a suggerire l’uso del pulsante “Like” adottato poi da Facebook.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.